GIORGIA E ALESSANDRA, GIOVANI MOMO’ CRESCONO

Piccole momò…crescono. L’Infa Feba Civitanova Marche si appresta a disputare la sua prima storica Coppa di LegA, un traguardo decisamente importante per la società biancoblu, in una stagione fin qui molto positiva. In tal senso a rendere ancora più “dolce” questo campionato è il rendimento delle giovanissime di casa Feba, che si stanno disimpegnando più che bene in prima squadra. Parliamo di Giorgia Bocola e Alessandra Orsili. Entrambe prodotto del florido vivaio biancoblu, e già nel giro delle nazionali giovanili, hanno aumentato il loro minutaggio in campo partita dopo partita, grazie a prestazioni convincenti e di sostanza. Giorgia Bocola, guardia classe 2000, dalla 10° giornata di andata contro Ferrara ha calcato il parquet di gioco in maniera continua trovando sia i punti, come i 15 nella gara interna contro la Carpedil Salerno, e dando un contributo importante alla squadra confermato anche dalle valutazioni significative, come il 19 sempre contro Salerno o il 17 contro la Defensor Viterbo. Niente male per una cestista non ancora 17enne al suo secondo campionato di A2. “Entrare in quintetto mi ha dato più fiducia nei miei mezzi, – afferma la giovanissima momò – mi trovo meglio in campo e scelgo anche le soluzioni migliori. Sono contenta dei miei miglioramenti e sia i sacrifici che il lavoro che sto facendo alla fine pagano. Sono stata contenta di realizzare 15 punti, mio massimo in A2, e ringrazio le mie compagne per i loro preziosi consigli. Spero di migliorare ancora e continuare a dare sempre il mio apporto alla squadra.” Alessandra Orsili è la “piccoletta” del gruppo, non tanto per l’altezza quanto per l’età. Infatti la giovanissima play-guardia è una 2001 e deve ancora compiere 16 anni. Ciò nonostante al suo esordio nella categoria, alla 5° di andata contro il Fanola San Martino, ha siglato i suoi primi due punti in A2. Negli ultimi sei turni ha iniziato a prenderci gusto trovando sempre la via del canestro e nella sfida sfortunata contro il Giants Marghera ha realizzato 7 punti, massimo stagionale, mettendo la sua prima “bomba” del campionato. “Sto avendo più spazio ultimamente e sto cercando di sfruttare al meglio questa possibilità – commenta Alessandra – Ho realizzato alcuni canestri ma l’importante per me è far segnare le mie compagne. Contro Marghera ho anche messo la mia prima tripla in campionato ed è stata una bella emozione. Comunque l’importante è migliorare sempre, perchè non bisogna mai accontentarsi altrimenti si rischia di rimanere fermi.” Insomma entrambe con le idee chiare ma soprattutto con la voglia di migliorarsi, perchè solo con il lavoro e con il sacrificio si ottengono grandi traguardi. Continuate così piccole momò!

img-20170224-wa0017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...