LA FEBA CIVITANOVA MARCHE CADE AL FOTOFINISH IN CASA DELLA TECHFIND SELARGIUS

La Feba Civitanova Marche cade al fotofinsh contro la Techfind San Salvatore Selargius per 64-62. In un finale tirato le momò non trovano la zampata giusta per avere la meglio delle sarde, rimontate dopo un avvio sotto tono. Per le biancoblu una sconfitta beffa, dopo una buona prestazione, ed adesso si cercherà subito l’immediato riscatto.

Pronti via e le ragazze di coach Donatella Melappioni partono con il freno a mano tirato. Ne approfittano subito le padrone di casa che vanno sul 7-0 in due minuti e nel finale di frazione allungano sul 25-13. La panchina della Feba sistema qualcosa in difesa e le momò si rimettono in carreggiata con la rimonta guidata da Paoletti e Bocola. Il canestro di Paoletti quasi allo scadere vale il 37-35 con cui si va al riposo lungo.

Alla ripresa delle ostilità il match si mantiene in equilibrio, con le locali che tentano un mini allungo negli ultimi due minuti toccando il 51-47 con cui si chiude il terzo quarto. Nell’ultimo periodo la Feba rincorre la compagine di coach Fioretto che tocca il +7, 61-54, poi negli ultimi due minuti il break biancoblu di 0-5 riapre i giochi ma nel palpitante finale sono le padrone di casa a sorridere. Finisce 64-62.

“Siamo partite non difendendo come avremmo dovuto – esordisce coach Donatella Melappioni – e se lasci correre Selargius è una squadra pericolosa. Poi ho sistemato qualcosa nel quintetto e piano piano siamo riuscite a recuperare. Nel finale purtroppo Dzinic ha fatto 0/2 dalla lunetta e non siamo riuscite a sfruttare l’ultimo possesso a nostro favore e ci è mancata un po’ di lucidità. In alcuni frangenti ci siamo fossilizzate con il tiro da tre quando avremmo potuto scegliere altre opzioni, perdendo così equilibrio in difesa. Siamo una squadra che se rimane organizzata ed ordinata riesce a fare bene altrimenti andiamo in difficoltà. Positive le prestazioni di Giorgia Bocola, Anna Paoletti e Marina Dzinic. Torniamo da queste due trasferte con 0 punti e con il rammarico per questa sconfitta, anche se le nostre inseguitrici non hanno accorciato in questo turno”.

TECHFIND SAN SALVATORE SELARGIUS – FEBA CIVITANOVA MARCHE 64-62

TECHFIND SAN SALVATORE SELARGIUS: Simioni 8, Granzotto 15, Manzotti 15, Cutrupi, Ceccarelli 9, Melis ne, Mura 5, Pandori, Pinna 3, Loddo ne, Demetrio Blencic, El Habbab ne All. Fioretto

FEBA CIVITANOVA MARCHE: Rosellini 8, Dzinic 11, Trobbiani 4, Castellani 4, Zanetti, Paoletti 13, Bocola 11, Bolognini 6, Binci 5, Pelliccetti ne All. Carmenati

Parziali: 25-13; 12-22; 14-12; 13-15

Arbitri: Canali – Tomasello

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SI FERMA A CAGLIARI

La Feba Civitanova Marche cede alla Virtus Cagliari per 69-54. Contro il fanalino di coda del torneo, le momò escono battute dal difficile parquet di Cagliari in un match in cui pagano una serata no al tiro da tre ed un terzo quarto sottotono che le condanna alla sconfitta.

Primo quarto che vede le biancoblu partire bene e toccare il 4-12 a metà frazione, con le locali che non riescono a trovare la via del canestro. Dzinic e Paoletti confezionano l’8-18 ma Lussu e Kowalska piazzano il 12-18 con cui si chiude il primo quarto. Nella seconda frazione partono meglio le sarde che impattano sul 20-20 dopo tre minuti di gioco. Le squadre vanno avanti con un botta e risposta e le ragazze di coach Donatella Melappioni bloccano i tentativi di fuga della Virtus Cagliari e vanno al riposo lungo avanti sul 29-31, grazie ai liberi di Paoletti.

Alla ripresa delle ostilità le momò si inceppano in attacco, realizzando solo due punti in tutta la frazione e chiudendo il periodo con un 19-2 che porta la compagine di coach Ferazzoli sul 48-33. Nell’ultimo quarto la Feba riprende la via del canestro ma non basta per ricucire lo strappo e si chiude sul 69-54.

“Nel primo tempo abbiamo giocato a pallacanestro – commenta coach Donatella Melappioni – mentre negli ultimi due quarti ci siamo fatte prendere dalla “bagarre” della partita e siamo andate in difficoltà dal punto di vista mentale. Le nostre avversarie hanno iniziato a raddoppiare le nostre lunghe, e a chiudere gli spazi in area, e ci siamo fossilizzate sul tiro da tre, senza successo. Ci hanno lasciato libere di tirare dall’arco dei 6.25 ma, viste le nostre medie, dovevamo essere brave ad adeguarci alla partita e ad avere pazienza, giocando senza forzature. Invece abbiamo continuato a tirare da tre, sbagliando, e ci siamo scoperte in difesa lasciando occasioni alla Virtus Cagliari. Un passo falso che ci riporta indietro di due mesi e mette da parte quello che di buono avevamo fatto finora. Ci siamo trovate di fronte una squadra galvanizzata dall’arrivo di Kowalska, che ha avuto subito un ottimo impatto sul match, e che ha messo in campo anima e cuore per tenere in vita le speranze di salvezza. Chiudo con la nota positiva della prestazione di Angelica Castellani mentre l’arbitraggio è stato rivedibile in alcune situazioni”.

Adesso bisogna subito mettersi alle spalle questo stop visto che sabato, alle 15.30, si torna nuovamente in campo in terra sarda, in casa del San Salvatore Selargius.

Surgical Virtus Cagliari – Fe.Ba. Civitanova Marche 69 – 54 (12-18, 29-31, 48-33, 69-54)

SURGICAL VIRTUS CAGLIARI: Kowalska* 17 (7/16, 0/1), Corda NE, Savatteri 7 (2/9 da 2), Zolfanelli* 14 (3/11, 1/2), Pala NE, Brunetti* 14 (6/9 da 2), Lussu 11 (5/7 da 2), Podda* 4 (2/2 da 2), Pilleri NE, Pellegrini Bettoli* 2 (1/5, 0/1), Salvemme NE, Conte NE Allenatore: Ferrazzoli
FE.BA. CIVITANOVA MARCHE: Rosellini* 8 (1/2, 2/14), Paoletti* 10 (2/4, 0/11), Bocola* 10 (4/8, 0/1), Dzinic* 9 (3/5 da 2), Trobbiani, Castellani* 9 (4/8 da 2), Bolognini 4 (2/3 da 2), Binci, Pelliccetti NE, Zanetti 4 (1/5, 0/1) Allenatore: Carmenati

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE IMPEGNATA CON DUE SFIDE IN SARDEGNA

La Feba Civitanova Marche torna in campo. Dopo uno stop di due settimane, visti i due rinvii consecutivi contro la Virtus Cagliari e la Cestistica Spezzina legati alla presenza di positivi al covid nelle due squadre, le momò riprendono il loro cammino in campionato.

Un cammino che le vedrà impegnate in due gare ravvicinate entrambe in terra sarda: la prima sfida, in programma giovedì 4 febbraio alle ore 19.30, sarà proprio in casa del fanalino di coda Surgical Cagliari nel recupero della 7° giornata di ritorno. Una sfida da vincere per salire la china della classifica e distanziare ulteriormente le sarde, ancora ferme a quota zero in classifica generale.

Sabato 6 Marzo, alle ore 15.30, altra sfida in terra sarda contro la Techfind Selargius, attualmente sesta in classifica generale. Un doppio appuntamento interessante, in cui le momò vogliono fare bene.

“Dopo due settimane di pausa abbiamo due confronti ravvicinati in Sardegna – commenta Anna Paoletti – Contro la Virtus Cagliari è un match importante per la classifica: di fronte avremo una compagine che vuole riscattarsi vista la prima parte di campionato che la vede ancora a 0 punti. Ha innestato nel roster Angelika Kowalska che sarà probabilmente un punto di forza per loro. Dal canto nostro in queste due settimane abbiamo lavorato per migliorare le cose che non sono andate in questa prima parte di campionato e per integrare le nuove arrivate Marina Dzinic e Lucrezia Zanetti. Cercheremo di fare la nostra partita per portare a casa i due punti”.

Dopo la Virtus Cagliari le momò sono attese in casa della Techfind Selargius. “Selargius è una squadra molto forte – continua Paoletti – e completa in tutti i ruoli. All’andata abbiamo sofferto la loro fisicità ma grazie ai nuovi innesti avremo la possibilità di competere maggiormente sotto questo aspetto e di provare a portare a casa altri punti preziosi”.

COACH GABRIELE CARMENATI ENTRA NEI QUADRI TECNICI DELLA FEBA CIVITANOVA MARCHE

La famiglia Feba dà il benvenuto a coach Gabriele Carmenati. Già impegnato con la Civitabasket, società satellite maschile, nei campionati di Promozione e Under 15 Eccellenza, entrerà a far parte dei quadri tecnici della Feba. Affiancherà Donatella Melappioni e Cecilia Pelliccetti per quanto riguarda la gestione dell’A2 e per l’attività giovanile femminile. Buon lavoro coach!

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE LAVORA IN VISTA DELLE PROSSIME SFIDE

Altra settimana di pausa per la Feba Civitanova Marche dopo il rinvio dello scorso weekend contro la Virtus Cagliari. Questo fine settimana le momò avevano in calendario la sfida casalinga contro la Cestistica Spezzina ma anche questa sfida è stata rinviata a causa dei contagi covid nella squadra ligure. Così, per la seconda settimana consecutiva, niente sfide di campionato per le biancoblu.

La squadra perciò ha potuto lavorare con più tranquillità in vista dei prossimi impegni, sfruttando questo periodo per amalgamare maggiormente il lavoro con le nuove ragazze, come ci spiega Irene Bolognini.

”Abbiamo sfruttato la pausa contro Virtus Cagliari per poter lavorare insieme, sopratutto con i nuovi innesti Lucrezia Zanetti e Marina Dzinic – commenta Irene – nel cercare di farle ambientare subito in squadra. Abbiamo visto sul campo che possiamo giocarcela con tutte a viso aperto ed abbiamo lavorato molto su noi stesse per compattarci di più. Stiamo lavorando bene e ci stiamo preparando per le prossime sfide, per dire la nostra anche nei prossimi impegni. Il campionato è ancora lungo e ci saranno partite importanti ma sono comunque positiva per la seconda parte di stagione.”

Una prima esperienza in A2 positiva per la classe 1999. “Mi sto molto divertendo – continua Irene – ovviamente in ogni allenamento c’è da dare il massimo per migliorare. Con la squadra mi trovo benissimo e ringrazio la società per avermi dato questa possibilità”.

COACH FRANCESCO DRAGONETTO LASCIA LA FEBA CIVITANOVA MARCHE PER MOTIVI PERSONALI

La Feba Civitanova Marche comunica che il rapporto sportivo con coach Francesco Dragonetto è stato interrotto. Il tecnico campano ha deciso di tornare a casa per motivi personali e di non portare a termine la stagione. La società, mantenendo la stima e la considerazione nei confronti del tecnico, maturata in seguito al lavoro svolto, desidera ringraziarlo per la passione profusa, la generosità e l’impegno con cui si è prodigato nel portare avanti il lavoro con i vari gruppi sportivi in questi mesi e gli augura le migliori fortune professionali per il futuro.

TURNO DI RIPOSO PER LA FEBA CIVITANOVA MARCHE

Turno di riposo, questo weekend, per la Feba Civitanova Marche per il rinvio della sfida contro il Surgical Virtus Cagliari, causa covid. La Feba può sorridere dopo l’ultima bella vittoria casalinga contro la Pallacanestro Firenze e preparare il prossimo impegno con più relativa tranquillità. Le ragazze di coach Donatella Melappioni hanno ottenuto due punti importanti per il morale e la classifica, grazie ad una bella prestazione corale, ed ora lo sguardo è rivolto ai prossimi appuntamenti.

“La prima vittoria casalinga dell’anno la aspettavamo da molto tempo,- esordisce la guardia Alice Pelliccetti – sicuramente è stata un’iniezione di fiducia contro una formazione di tutto rispetto come Firenze ma abbiamo giocato da vera squadra e dimostrato sul campo che possiamo dire la nostra anche contro avversarie più accreditate di noi.”

Ci saranno due settimane per preparare al meglio la prossima partita casalinga contro la Cestistica Spezzina e le momò vogliono arrivare a questo appuntamento al meglio anche con le nuove arrivate, visto il valore dell’avversario.

“Sfruttiamo questa pausa per allenarci sia sulla parte fisica che tecnica, – prosegue la classe 2000 – cercando di integrare i nuovi innesti che sono entrate subito in sintonia con la squadra e cercando di dare il massimo come abbiamo sempre fatto.”

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SI IMPONE SUL PALAGIACCIO FIRENZE

Successo prezioso per la Feba Civitanova Marche che trova la priam vittoria nel 2021. In una sfida importante per la classifica le momò, grazie ad una prestazione corale, si impongono al fotofinish sul PalaGiaccio Firenze per 64-60, con una prova di grinta e carattere, ed accorciano proprio sulle toscane.

Pronti via ed avvio equilibrato del match, con le toscane che tentano il primo allungo, 8-14, grazie alla verve di Rossini. Le momò tengono botta e con Bocola si rifanno sotto chiudendo il primo quarto sul 12-16. Nella seconda frazione partono meglio le momò sorrette da Castellani, poi Paoletti e Trobbiani confezionano il primo break biancoblu, 23-17. Le ragazze di coach Corsini rimangono in scia ma negli ultimi 2 minuti subiscono un break di 5-0 e vanno al riposo lungo sul 28-22.

Alla ripresa delle ostilità la Feba allunga e con un’ispirata Dzinic toccano il 33-24 ma Firenze trova punti pesanti sotto canestro da Poggio. Rossini e Scarpato ricuciono lo strappo, 35-34, però le momò difendono forte e trovano canestri in area con Bocola e Dzinic, chiudendo sul 44-39 la terza frazione. Ultimo quarto palpitante: le toscane con Rossini e Scarpato passano avanti a metà periodo, 49-50, e comincia un botta e risposta fino agli ultimi due minuti. Rossini e Rosellini si rispondono da tre, 60-60, poi Trobbiani e Rossini falliscono la palla del più due, mentre Dzinic è glaciale sotto canestro, 62-60 a 5’’ dal termine. Firenze riparte da centrocampo con la rimessa laterale dopo il time out ma compie infrazione di cinque secondi, sul seguente possesso palla Rosellini subisce fallo e dalla lunetta mette il 2/2 a tempo praticamente scaduto che chiude i giochi.

“Avevo chiesto alle ragazze di ripartire dalla gara di Brescia in positivo – commenta coach Donatella Melappioni – Avremmo potuto rivivere in fantasmi di quella partita nel finale di oggi invece abbiamo trovato il guizzo vincente nell’ultima parte della sfida, in un match caratterizzato da cambi di fronte, continui botta e risposta e molto agonismo. Bene gli inserimenti di Dzinic e Zanetti che stanno piano piano entrando nei nostri giochi e ci hanno dato una grossa mano”.

FEBA CIVITANOVA MARCHE – PALAGIACCIO FIRENZE 64-60

FEBA CIVITANOVA MARCHE: Rosellini 12, Paoletti 9, Bocola 12, Bolognini 2, Binci, Ciccola ne, Angeloni ne, Dzinic 11, Trobbiani 5, Castellani 9, Pelliccetti ne, Zanetti 4 All. Perini

PALAGIACCIO FIRENZE: Rossini M. 18, Rossini S, Pochobradska 6, Scarpato 13, Poggio 11, Calamai 4, Cabrini 1, Salvucci 4, Valentino ne, Donadio 3 All. Corsini

Parziali: 12-16; 16-6; 16-17; 20-21

Arbitri: Del Gaudio – Di Tommaso

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE RIPRENDE IL SUO CAMMINO CONTRO IL PALAGIACCIO FIRENZE

La Feba Civitanova Marche torna in campo. Dopo la pausa “forzata” dello scorso weekend, a causa del rinvio del match chiesto dal CUS Cagliari per dei casi di positività al covid, le momò riprendono il loro cammino in campionato: si riparte con un’altra sfida casalinga contro il Palagiaccio Firenze. Le toscane occupano la nona posizione con 12 punti e sono reduci da due sconfitte consecutive. Il roster di coach Stefano Corsini può contare su alcune giocatrici di assoluto livello, tra cui la “totem” Klara Pochobradska, l’esperta Nadia Calamai e la promettente Marta Rossini, e quindi sarà un test importante per le biancoblu per cercare di vendicare lo stop dell’andata.

“Siamo reduci dalla sconfitta sul filo di lana contro la capolista Brescia che ci ha dato tanto entusiasmo e tanta voglia di vincere – commenta Francesca Rosellini – Domenica sarà un bel banco di prova per noi perché affronteremo una squadra alla nostra portata e, con i nuovi innesti, la nostra squadra sta crescendo tantissimo. Stiamo lavorando tanto ed anche le giovani stanno crescendo molto. Ritroverò da avversarie Calamai e Pochobradska che conosco bene, avendoci giocato insieme ad Empoli, e quindi sarà una bella partita”.

Palla a due domenica 14 febbraio alle ore 18.00 al Palazzetto di Civitanova Alta. Dirigono l’incontro Arianna del Gaudio di Massa di Somma (NA) e Marzia di Tommaso di Pescara.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE INGAGGIA LUCREZIA ZANETTI

Non si ferma il mercato in entrata della Feba Civitanova Marche. La dirigenza biancoblu, dopo l’arrivo di Marina Dzinic, puntella l’organico con un altro innesto interessante come Lucrezia Zanetti.

Guardia classe ’97 di 174 cm, nonostante la giovane età può vantare un curriculum di tutto rispetto: cresciuta nella Cestistica Savonese, a 16 anni fa il suo esordio in A1 con il Trogylos Priolo: seguono altre esperienze in A2 con Mercede Alghero, Ariano Irpino, Basket Carugate poi il ritorno a casa a Savona, con la Cestistica Savonese, l’esperienza a Bolzano e Faenza, prima di tornare nella scorsa stagione ad Ariano Irpino dove ha viaggiato su 13.6 punti di media a partita. Giocatrice con molti punti nelle mani, in carriera ha totalizzato 1.638 punti in 141 partite. Un infortunio nel maggio scorso non gli ha permesso di prender parte a questa prima frazione di stagione ed ora il gm Elvio Perini l’ha portata in casa Feba.

“Sono reduce da un infortunio che non mi ha permesso di iniziare la stagione – commenta Lucrezia – Sono rientrata adesso ed ho deciso di venire qui a Civitanova Marche perché è un bell’ambiente, giovane e mi sembra la piazza ideale per rimettermi in gioco e riprendere il campo. Spero di dare una mano al gruppo e di inserirmi velocemente con le compagne per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.