LA FEBA CIVITANOVA MARCHE TORNA DA UMBERTIDE A MANI VUOTE

La Feba Civitanova Marche cede a La Bottega del Tartufo Umbertide per 76-55. Le momò pagano i primi due quarti sotto tono, chiusi sul 25-10 e 28-17, che hanno condizionato l’andamento del match a favore delle umbre. L’assenza di Lucia Savatteri, fuori per infortunio, si è fatta sentire sotto le plance, soprattutto a rimbalzo, dove Bocola e compagne hanno pagato la fisicità delle locali, e la serata quasi perfetta di una scatenata Cabrini.

Primo quarto che inizia con un botta e risposta tra le due compagini con Bocola che porta le momò sull’11-8. Kotnis e la “cecchina” Cabrini trovano il primo break della serata, con le biancoblu che subiscono la fisicità delle locali e non trovano quasi più la via del canestro, mentre Umbertide non sbaglia mai e chiude sul 25-10 la prima frazione.

Stesso canovaccio nel secondo periodo con Cabrini che riprende a far male da tre mentre le momò cercano con Paoletti e Bocola di accorciare lo svantaggio ma Olajide mette il 40-20. Le locali gestiscono il finale e si va al riposo lungo sul 53-27.

Negli ultimi due quarti la Feba dà spazio alle giovanissime della panchina, che tengono bene il campo e continuano a fare esperienza, ma le padrone di casa gestiscono il margine arrivando sul +30, mentre negli ultimi 4 minuti di match le momò accorciano il passivo e chiudono sul 76-55.

“Ci sta perdere ad Umbertide però non mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra che è stata remissiva nei primi due quarti – commenta coach Donatella Melappioni – Avevamo di fronte una compagine in cerca di riscatto che è partita subito forte nel primo quarto e che ha difeso con intensità, mettendoci in difficoltà in attacco anche se abbiamo sbagliato molto, mentre da parte nostra non siamo state così intense in difesa. L’assenza di Savatteri si è fatta sentire a rimbalzo ed Umbertide nei primi due quarti ha preso il largo. Nel secondo tempo abbiamo dato spazio alle nostre giovanissime che hanno tenuto bene il campo ed hanno fatto ulteriore esperienza”.

La Bottega del Tartufo Umbertide – Feba Civitanova Marche 76 – 55 (25-10, 53-27, 65-38, 76-55)

LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE: Pompei* 5 (1/2, 1/2), Olajide 8 (4/6 da 2), Giudice* 3 (1/1, 0/3), Bartolini 2 (0/2 da 3), Kotnis* 14 (6/9 da 2), Cabrini* 26 (5/7, 5/6), Speziali NE, Stroscio 10 (2/3, 2/4), Moriconi, Paolocci 4 (2/5, 0/1), Gambelunghe NE, Baldi* 4 (2/5 da 2)

Allenatore: Staccini

FEBA CIVITANOVA MARCHE: Perrotti, Goncalves* 8 (2/7, 0/5), Paoletti* 9 (0/3, 3/8), Angeloni, Bocola* 23 (9/10 da 2), Trobbiani, Binci 13 (3/6, 2/3), Severini, Giacchetti, Grande, Malintoppi 2 (1/1, 0/2), Pronkina

Allenatore: Carmenati

Arbitri: Quaranta A., Marcelli L

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE NELLA TANA DELL’UMBERTIDE

Grande entusiasmo in casa della Feba Civitanova Marche, visto l’importante successo ottenuto domenica scorsa contro l’Alma Patti. Le momò hanno ottenuto la prima vittoria in campionato disputando un’ottima gara, con tanta attenzione e determinazione. Le biancoblu si preparano al prossimo match contro La Bottega del Tartufo Umbertide, un avversario ostico con diverse giocatrici di valore, come Alessia Cabrini ed Aneta Kotnis.

“Domenica sarà una partita difficile in un campo ostico per noi – commenta il play Sofia Binci – anche se conosciamo già l’Umbertide avendola affrontata nel precampionato e non è stata una partita semplicissima. Dobbiamo arrivare convinte e concentrate per riconfermare l’ottima prestazione effettuata contro il Patti”.

Importante sarà la concentrazione delle momò in un match da non sottovalutare. “Dobbiamo stare attente su ogni palla – conclude Binci – e non perdere l’attenzione nemmeno quando l’avversario si avvicina e siamo sotto pressione ma avere l’obiettivo di portare a casa il risultato”.

Palla a due domenica 24 Ottobre alle ore 18.00 al Palazzetto dello Sport di Umbertide. Dirigono l’incontro Alessia Quaranta e Leonardo Marcelli.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SI IMPONE SU PATTI

Primo successo stagionale per la Feba Civitanova Marche che si impone per 65-60 contro una coriacea Alma Patti. Un match vissuto sul filo dell’equilibrio fino alla fine, in cui le momò sono riuscite a portare a casa il successo con una prova corale e con tanta attenzione ed intensità in difesa. Una prova in cui anche le più giovani del vivaio, Alice Malintoppi, Emma Giacchetti e Francesca Severini, hanno dato il loro pieno contributo. Unico neo l’infortunio accorso a Lucia Savatteri, tra le migliori in campo, uscita anzitempo dal parquet.

Primo quarto con una partenza sprint delle ospiti sorrette da Marta Verona, 0-7 dopo nemmeno due minuti di gioco. La panchina biancoblu chiama time-out e le momò rientrano in gara sul 6-7. Le due squadre ribattono colpo su colpo con le momò che passano avanti con Bocola e Paoletti, 18-15, ma le ospiti chiudono avanti la frazione sul 18-19.

Stesso canovaccio nel secondo periodo con un continuo testa a testa: le siciliane nel finale provano l’allungo, 28-31, ma le momò tengono botta e Savatteri firma il sorpasso sul finale, 32-31.

Nel terzo quarto la Feba tenta la fuga a 3’26’’ dal termine con una Perrotti scatenata, 42-37, ma si accende Micovic che porta il punteggio sul 47-44.

Ultimo quarto palpitante con le momò che cercano di allungare, 57-53 confezionato da Bocola, ma è ancora Micovic a tenere a galla le sue (57-55). Goncalves trova dei punti pesanti ma Micovic e Dell’Orto tengono aperta la gara, 61-60 a 37’’ dal termine, prima che il canestro di Trobbiani ed i liberi di Perrotti chiudano la pratica sul 65-60.

“Rispetto a Firenze abbiamo reagito prontamente – commenta coach Donatella Melappioni – La squadra è rimasta sempre sul pezzo e, nonostante un avvio difficile in cui abbiamo subito la veemenza di Patti che cercava riscatto, abbiamo avuto una bella reazione, rispettando il piano partita. Sono molto contenta di Lucia Savatteri e Giorgia Bocola, che hanno lottato a rimbalzo mettendoci tanta fisicità, e si è vista Caterina Perrotti. Soddisfazione massima poi per le più giovani che non hanno sfigurato affatto ed anzi hanno giocato con molta personalità”.

FEBA CIVITANOVA MARCHE – ALMA PATTI 65-60 (18-19; 14-12; 15-13; 18-16)

FEBA CIVITANOVA MARCHE: Goncalves 8, Paoletti 4, Bocola 16, Binci, Savatteri 11, Perrotti 19, Grande ne, Trobbiani 4, Severini 1, Giacchetti 2, Malintoppi, Pronkina All. Melappioni

ALMA PATTI: Micovic 20, Iuliano 4, Gerostergiou 2, Verona 17, De Rosa 4, Nwachukwu, Dell’Orto 3, Chiarella 9, Gualtieri 1, Bardarè ne All. Buzzanca

Arbitri: Benassola – Silvestri

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE CERCA IL RISCATTO CONTRO L’ALMA PATTI

La Feba Civitanova Marche cerca il riscatto dopo la sconfitta di Firenze Un esordio amaro quello delle momò ma che non ha affatto abbattuto l’entusiasmo e la convinzione di raggiungere gli obiettivi prefissati. Siamo solo all’inizio della stagione e la squadra anche in settimana ha lavorato intensamente per migliorare sotto alcuni aspetti e per prepararsi nel modo giusto per la sfida di domenica al palas di Civitanova Alta contro l’Alma Basket Patti.

La Feba cerca un riscatto importante per dimostrare tutte le ottime qualità che possiede come sottolinea la veterana Giogia Bocola. “Finalmente, dopo molto tempo, domenica avremo l’aiuto del pubblico e sono sicura che questo ci darà una forte spinta emotiva per fare bene contro il Patti – afferma il pivot biancoblu – Vedendo la loro ultima partita hanno perso soltanto di due punti, questo ci fa capire che è una compagine da temere e dobbiamo preparaci al meglio perché avranno voglia di rivalsa. Nella loro rosa ci sono molte atlete esperte come Marta Verona che sarà sicuramente una delle protagoniste e durante questa settimana cercheremo di lavorare al meglio per fermare i loro punti di forza. Ci aspettiamo una grande risposta dal nostro pubblico perchè per noi è importante l’atmosfera che si crea quando giochiamo in casa. Vi estendo un grande invito a venire a sostenerci per ottenere insieme un ottimo risultato”.

Palla a due domenica 17 ottobre alle ore 15.30 al palas di Civitanova Alta. Dirigono l’incontro Andrea Bernassola e Giorgio Silvestri di Roma.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SCIVOLA A FIRENZE

Esordio in campionato amaro per la Feba Civitanova Marche. Le momò si arrendono alla Pallacanestro Femminile Firenze per 68-46 ed aprono il campionato con una sconfitta.

Un match in pratica deciso dopo il primo quarto, in cui le biancoblu non sono riuscite ad essere incisive contro le padrone di casa ed hanno subito le iniziative di Marta Rossini e compagne, non riuscendo a trovare la via del canestro. Dopo la prima frazione il parziale di 31-6 ha di fatto indirizzato la partita a favore delle ragazze di coach Corsini. Nonostante un generoso tentativo di provare a rimettere la gara in carreggiata, le ragazze di coach Roberto Paciucci non sono riuscite nell’intento, anche se hanno tenuto botta alle avversarie. Nel corso del match hanno trovato spazio tutte le effettive, tra cui diverse giovanissime del vivaio, che hanno accumulato minuti ed esperienza.

“Analizzeremo con le ragazze in settimana il black-out inspiegabile del primo quarto dove di fatto si è decisa la partita – commenta coach Paciucci – Recuperare uno svantaggio di quasi trenta punti, specialmente in trasferta, non era cosa facile. Peccato perché poi ci siamo messe a difendere bene, anche se abbiamo avuto difficoltà in attacco. Siamo alla prima di campionato e si può anche perdere però rimane il rammarico del primo quarto”.

Pall. Femminile Firenze – Feba Civitanova Marche 68 – 46 (31-6, 43-24, 56-36, 68-46)

PALL. FEMMINILE FIRENZE: Rossini* 22 (7/12, 2/5), Scarpato NE, Rossini* 9 (0/1, 3/7), De Marchi* 9 (3/9, 1/2), Dell’Olio, Galfano, Nidiaci NE, Poggio* 10 (4/6 da 2), Reani* 12 (4/6, 0/3), Polini NE, Franchini NE, De Cassan 6 (3/9, 0/1) Allenatore: Corsini S.

FEBA CIVITANOVA MARCHE: Perrotti* 2 (1/9 da 2), Goncalves* 14 (5/12, 0/2), Paoletti* 5 (1/9, 1/3), Angeloni 2 (1/2, 0/1), Bocola* 12 (5/17 da 2), Trobbiani*, Binci 4 (2/5 da 2), Severini, Savatteri 7 (3/6 da 2), Malintoppi, Pronkina Allenatore: Paciucci R.

Arbitri: Caracciolo L., Gai D.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE FA IL SUO ESORDIO A FIRENZE

Si avvicina l’esordio in campionato per la Feba Civitanova Marche, infatti domenica alle 18.00 le momò faranno il loro esordio in quel di Firenze al Palasport “San Marcellino”. Un esordio importante e preparato nei dettagli per partire subito nel migliore dei modi, per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Importanti le parole di Anna Paoletti in vista della sfida: “Firenze è una squadra ben organizzata, dallo scorso anno ha sempre dimostrato di avere ottime qualità. Sappiamo che ci saranno delle giocatrici nuove ma nonostante ciò conosciamo la loro tipologia di squadra”. 

Importante è il lavoro di questa settimana come sottolinea la Paoletti: “Questa settimana lavoreremo per impedire di far venire fuori i loro punti di forza, e per far risaltare i nostri, ed evitare al massimo gli errori così da portare a casa i due punti”.

La giovane guardia è uno tra i punti di riferimento per il gruppo. “Siamo un’ottima squadra in continua crescita, – commenta Anna – questo mese abbiamo lavorato tanto e le amichevoli ci hanno aiutato a capire le nostre potenzialità e le nostre debolezze. Siamo una squadra giovane, quindi dobbiamo sempre dare il massimo e noi lo facciamo, per tanto ho davvero delle ottime impressioni sul gruppo e sul campionato che affronteremo”.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE HA FESTAGGIATO I 35 ANNI D’ATTIVITA’

Trentacinque anni e non sentirli. Domenica 3 ottobre la Feba Civitanova Marche ha alzato il sipario sulla nuova stagione sportiva. Una stagione che coincide con il 35° anno di vita della società biancoblu, partita nel lontano 1986 grazie alla passione di Elvio Perini e Donatella Melappioni e, nel corso degli anni, divenuta una delle realtà più importanti a livello regionale e nazionale per il basket femminile. La prima squadra si appresta a vivere l’ottava stagione consecutiva in A2, con un movimento giovanile sempre più in crescita e capace di cogliere risultati importanti.

Il tema di questa festa è stato il basket come inclusione, e quindi non solo agonismo ma anche volto alla crescita e sensibilizzazione degli individui. Domenica 3 ottobre, nella mattinata, giornata intensa di partitelle tra cui la sfida tra le U16 maschili e femminili, a squadre miste, e successivamente l’incontro con la squadra dell’Anthropos di Civitanova con cui ha giocato anche la prima squadra in una partitella all’insegna dell’amicizia.

Nel pomeriggio prima sfida tra le U19 della Feba e di Umbertide, poi è stata la volta della presentazione della prima squadra, con le giocatrici e lo staff tecnico che prenderanno parte alla prossima stagione agonistica, con la bella cornice del palas di Civitanova Alta vestito a festa.

Presente anche l’Amministrazione Comunale con l’assessore Ermanno Carassai, tra l’altro primo vice presidente della società biancoblu che ha portato il saluto del Sindaco Fabrizio Ciarapica, e Maika Gabellieri, tifosa speciale in casa Feba.

Sul parquet poi si sono date battaglia le momò ed Umbertide, in un assaggio di campionato. Le biancoblu hanno chiuso avanti 15-11 il primo quarto grazie ad una buona difesa ed a delle trame di gioco efficaci con una bella circolazione di palla. Stesso canovaccio tattico nel secondo periodo, con le biancoblu che hanno tenuto bene il campo concedendo poco. Le umbre hanno un guizzo negli ultimi tre minuti e rientrano in partita sul 28-25 con cui si va al riposo lungo.

Nel terzo quarto la sfida è più equilibrata, con la compagine di coach Michele Staccini che ha alzato l’intensità, e la gara si è mantenuta punto a punto anche nell’ultimo periodo. Nel finale sono state tenute a riposo sia Giorgia Bocola, sulla via del recupero dopo l’affaticamento muscolare patito in preparazione, che Marcy Gonçalves, dopo aver subito una botta alla caviglia, ma le momò hanno continuato a tenere bene il campo conservando un minimo vantaggio. Poi nell’ultimo minuto le umbre hanno approfittato di due palle perse delle biancoblu e la tripla finale di Cabrini ha chiuso i giochi sul 55-62.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE FESTEGGIA I 35 ANNI DI ATTIVITA’

La Feba Civitanova Marche si veste a festa. Sabato 2 e domenica 3 Ottobre la società biancoblu si appresta a celebrare il 35° di fondazione. Un percorso cominciato nel lontano 1986, grazie alla passione di Elvio Perini e Donatella Melappioni, e che ha visto la società biancoblu consolidarsi come una delle realtà del basket femminile nel panorama cestistico regionale e nazionale.

La due giorni di festa ha come scopo quello di promuovere il basket come inclusione, e quindi non solo come agonismo, volto alla crescita e sensibilizzazione degli individui. Pertanto sabato 2 Ottobre, dalle ore 17.00, al Palas di Civitanova Alta si terrà un allenamento e l’incontro tra la prima squadra di A2 con il gruppo In Team di Latina (squadra composta da portatori di handicap).

Domenica 3 Ottobre dalle 11.00 partita tra le formazioni U16 maschili e femminili, squadre miste, ed a seguire alle 11.30 seguirà l’incontro tra l’In Team e l’Antrophos di Civitanova Marche.

Nel pomeriggio, dalle 16.30, si parte con l’amichevole tra le U19 della Feba e di Umbertide, poi alle 18.00 la presentazione della squadra di A2 e della stagione sportiva 2021/22. Dalle 18.30 si comincia il riscaldamento in vista dell’amichevole tra le momò e Umbertide che chiuderà la pre season delle biancoblu.

Si ricorda che per l’accesso al palas è necessario avere il Green Pass.

FEBA CIVITANOVA MARCHE COACH ROBERTO PACIUCCI. “PRONTI PER L’ULTIMA AMICHEVOLE DI DOMENICA POI TESTA AL CAMPIONATO”

Continuano le importanti amichevoli per la Feba Civitanova Marche in vista dell’inizio del campionato. Le momò agli ordini di coach Roberto Paciucci e del suo staff tecnico sono al termine di un’intensa preparazione per il raggiungimento degli obiettivi stagionali. Test importante l’ultima amichevole prevista per domenica contro l’Umbertide, nell’ambito dei festeggiamenti del 35° di fondazione della società, come sottolinea coach Paciucci.

“Abbiamo svolto un ottimo lavoro fino ad adesso grazie anche alla preparatrice atletica Cecilia Peliccetti che ha lavorato veramente bene in sintonia con quello che gli chiedevo. Abbiamo recuperato Giorgia Bocola dal fastidio che gli ha causato lo stop dalle due amichevoli precedenti ed è rientrata molto bene all’interno del gruppo ed ha riiniziato a pieno regime”.

La Feba è una squadra giovane ma in piena crescita come specifica Paciucci. “Siamo un cantiere aperto – prosegue l’allenatore biancoblu – Siamo in piena crescita ed abbiamo effettuato queste amichevoli, quattro totali, in cui la squadra è andata sempre in crescendo come competitività. Buoni i risultati dalle amichevoli contro squadre di serie B ed una del nostro girone, Matelica, adesso andremo ad incontrare una squadra che probabilmente sarà una delle protagoniste di questo campionato”.

La Feba domenica scenderà in campo contro l’Umbertide, squadra consolidata e con esperienza considerata una delle favorite per la vittoria del campionato. “Per noi sarà un banco di prova per vedere a che punto siamo con la preparazione – prosegue l’allenatore biancoblu – arriveremo così all’inizio del campionato il dieci ottobre avendo effettuato quattro importanti amichevoli. Stiamo seguendo bene il nostro programma, lo abbiamo rispettato in tutto per adesso e di questo sono davvero soddisfatto”.

Importanti le impressioni sul gruppo del Coach Paciucci: “La squadra lavora davvero bene, devo far i complimenti a Donatella Melappioni poichè ha effettuato un ottimo lavoro. Il gruppo si allena in maniera seria, concentrata e tutte sono molto attente. Con Donatella lavoriamo in modo quasi maniacale su alcuni aspetti come l’attacco e la difesa. Io mi trovo davvero bene”.

Coach Paciucci è molto entusiasta anche del lavoro svolto dalle giovani del gruppo, con grande entusiasmo e serietà. “Quest’anno tutte le ragazze dovranno dare il meglio di loro stesse, – continua “Pacio” – ho già intravisto da queste amichevoli l’impatto della squadra con il parquet ed è stato molto positivo. Tutte le ragazze reggono bene il campo e c’è un grande aiuto di coloro che hanno un grande bagaglio di esperienza”.

Coach Paciucci sottolinea la grande qualità della squadra ma nonostante ciò i piedi sono ben saldi a terra: “Viaggiamo a fari spenti anche se mi aspetto molte cose buone dalla squadra, il primo obiettivo è vincere per cui entreremo sempre in campo per giocarcela consapevoli della nostra forza e delle nostre convinzioni su molti aspetti importanti. Fondamentale per me sarà il gruppo”.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE A SPORT LIVE – IL FESTIVAL DELLO SPORT MARCHIGIANO

Domenica 26 Settembre, dalle ore 9.30, la Feba Civitanova Marche sarà presente a “Sport Live – Il festival dello sport marchigiano”. L’evento, patrocinato da Comune, Regione Marche, Coni regionale e Pro Loco Civitanova Marche, consiste in una giornata di full immersion sportiva in cui verranno dislocati oltre 40 allestimenti, ove si svolgeranno esibizioni, gare, tornei, conferenze esplicative a tema con ospiti qualificati, nella zona centro di Civitanova Marche, tra Piazza XX Settembre, Varco sul Mare, Corso Umberto I e Via Bruno Buozzi.

La Feba Civitanova Marche sarà presente con il suo stand sul Varco sul Mare, dalle 9.30 alle 20, nello spazio adibito a campo da basket dove sarà possibile conoscere l’attività della società e si svolgeranno, in collaborazione con il Picchio BK, delle esibizioni con mini tornei divisi per fasce età e sarà anche possibile svolgere delle prove gratuite di basket. Anche la prima squadra sarà presente, con una piccola esibizione in campo, ed ovviamente non mancherà la Civitabasket2017.