LA FEBA CIVITANOVA MARCHE RIPRENDE IL SUO CAMMINO DA LIVORNO

La Feba Civitanova Marche torna in campo questo fine settimana, dopo il rinvio dell’ultima di campionato per casi di positività di alcuni elementi del Nico Basket. Una trasferta insidiosa e da non sottovalutare assolutamente attende le momò, le quali saranno ospitate dalla Jolly Acli Livorno. Le toscane vengono da un’ottima prestazione, nonostante la sconfitta, contro la più accreditata Cestistica Spezzina, e faranno di tutto per agganciare proprio le biancoblu che sono due punti avanti. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto, dal canto loro, vogliono tornare al successo e mettersi alle spalle lo stop contro il Selargius.

“Si tratta di una partita importante per la classifica sia per noi che per loro, – esordisce Anna Paletti – Livorno è una squadra fornita in tutti i ruoli, nonostante siano sotto di noi in classifica, e non dovremo sottovalutare questo aspetto: dalla loro parte avranno anche il fattore campo, visto che ci attende una lunga trasferta. Abbiamo sfruttato il turno di riposo nel concentrarci sugli errori fatti nelle ultime partite e sono convinta che faremo una bella prestazione.”

La giovane guardia del 2001, in questo che è sicuramente un campionato difficile per tutti, si sta facendo valere sul campo con ottime prestazioni confermando la crescita delle ultime annate, per lei che è cresciuta nel vivaio biancoblu.

“A livello personale sono contenta del mio contributo e mi metto a disposizione della squadra in ogni partita, – conclude Anna – voglio migliorarmi sempre di più e vorrei sottolineare tutto il grande lavoro che facciamo ad ogni allenamento con le mie compagnie. Sono convinta che, vincendo, prenderemo sempre più fiducia e potremo fare un buon campionato.”

Palla a due sabato 12 dicembre alle ore 18.00 al “Modigliani Forum” di Livorno. Dirigono l’incontro Bernardo Lucia di APRILIA (LT) e Del Gaudio Arianna di MASSA DI SOMMA (NA).

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE NON RIESCE A FERMARE SAN SALVATORE SELARGIUS

La Feba Civitanova Marche va a tappeto contro San Salvatore Selargius. Le momò tengono botta ma poi cedono per 48-75 contro le sarde, che hanno fatto valere la loro qualità e la maggior forza fisica sotto canestro. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto hanno cercato di rimanere in scia delle avversarie, prima di cedere nell’ultimo quarto, anche se non sono riuscite ad essere incisive dall’arco dei 6.25 come in altre occasioni.
Pronti via e le ospiti piazzano subito un break di 0-6 che le porta sul 2-8. Le momò riescono a tornare in scia, 10-10, ma negli ultimi quattro minuti subiscono la fisicità delle avversarie sotto canestro e chiudono sul 10-20. Nella seconda frazione la Feba rimane in scia, tentando di accorciare, grazie anche alle penetrazioni di Castellani, ma alcune chiamate arbitrali dubbie bloccano alcune situazioni interessanti. Granzotto si accende mentre El Habbab domina sotto le plance e si va al riposo lungo sul 24-37.
Nel terzo quarto le momò non riescono a trovare canestri dall’arco dei 6.25, mentre Ceccarelli ed El Habbab non sbagliano quasi mai e portano le sarde sul 35-55. Nell’ultima frazione partono subito bene le biancoblu con Castellani e Bolognini che nei primi due minuti di gioco accorciano sul 42-55. Coach Fioretto chiama timeout per riordinare le idee e Selargius si rimette in moto staccando nuovamente le momò. Nel finale spazio da ambo le parti a tutte le effettive in panchina, con le sarde che chiudono sul 48-75.
“Abbiamo sofferto le loro lunghe ed i nostri tiri con i piedi per terra dei primi quarti non sono andati a segno come nelle due precedenti vittorie in casa – commenta coach Dragonetto – Selargius ha fatto un’ottima partita e la caratura della squadra avversaria si è vista. Abbiamo provato a cambiare in corso d’opera quello che avevamo preparato però sicuramente siamo andate un po’ in difficoltà a livello fisico e soprattutto con i loro cambi difensivi abbiamo fatto fatica ad attaccare la loro area. Resta un po’ il rammarico che nel nostro miglior momento, nel secondo quarto, ci siano stati alcuni fischi arbitrali che non mi sono piaciuti. Non mi lamento mai degli arbitri e mi dispiace non tanto per le decisioni, perché gli errori li possiamo commettere tutti, però serve una maggiore attenzione anche da parte loro. Nel finale ci siamo disunite e potevamo chiudere con un passivo un po’ meno pesante. C’è da lavorare per migliorare in vista delle prossime partite”.

Fe.Ba. Civitanova Marche – Techfind San Salvatore Selargius 48 – 75 (10-20, 24-37, 35-55, 48-75)
FE.BA. CIVITANOVA MARCHE: Ciccola NE, Rosellini* 8 (1/3, 2/7), Paoletti* 6 (3/5, 0/5), Angeloni, Bocola* 6 (3/4 da 2), Rimi 2 (1/3 da 2), Trobbiani, Castellani 12 (3/6, 1/2), Severini, Bolognini 10 (4/11 da 2), Binci 4 (1/4 da 2), Pelliccetti Allenatore: Dragonetto F.
TECHFIND SAN SALVATORE SELARGIUS: Mura, Pandori 4 (0/2, 1/1), Pinna 3 (0/1, 1/2), Granzotto* 10 (2/3, 2/2), Manzotti* 15 (5/7, 1/12), Loddo, Cutrupi* 8 (4/4 da 2), Ceccarelli* 12 (2/6, 2/6), Demetrio Blecic 3 (1/1 da 2), El Habbab* 20 (4/7 da 2) Allenatore: Fioretto R.
Arbitri: Servillo F., Zanetti S.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE OSPITA SAN SALVATORE SELARGIUS

La Feba Civitanova Marche riceve la visita del San Salvatore Selargius. Le momò, dopo lo stop in quel di La Spezia, tornano tra le mura amiche del Palazzetto di Civitanova Alta contro un avversario altrettanto ostico.
Infatti le sarde veleggiano nelle parti alte di classifica, con uno score di cinque vittorie e due sconfitte. Proprio nell’ultimo turno sono incappate in un pesante stop casalingo contro l’Alma Basket Patti ed arriveranno a Civitanova Marche con una gran voglia di rivalsa. La squadra, allenata da coach Roberto Fioretto, è molto solida in difesa e può contare sulla fisicità di Mounia El Habbab ed Adriana Cutrupi, e sui punti di Giulia Manzotti e Marta Granzotto. Tra le sarde milita anche la nostra vecchia conoscenza Silvia Ceccarelli, giocatrice molto pericolosa dall’arco dei 6.25.
Le ragazze di coach Francesco Dragonetto, dal canto loro, vogliono cercare di fare punti in casa e provare ad infastidire una squadra in lotta per le posizioni di vertice.
“Le nostre avversarie sono sicuramente un’ottima squadra – commenta Francesca Rosellini – in estate hanno allestito un ottimo roster e sono complete in tutti i ruoli. Sarà una partita interessante tra due squadre che hanno voglia di rivincita: sicuramente San Salvatore Selargius starà lavorando molto ma anche noi stiamo lavorando altrettanto, specialmente sugli errori che abbiamo commesso. Ci stiamo concentrando molto su noi stesse per migliorarci ed arrivare a questa sfida nel miglior modo possibile. Abbiamo comunque ampi margini di miglioramento e stiamo cercando di migliorarci in difesa. Sono contenta perché l’atteggiamento è quello giusto e la voglia di lavorare c’è: inoltre tutte le ragazze si mettono a disposizione della squadra e quindi possiamo solo che crescere”.
Palla a due sabato 28 Novembre alle ore 18.00 al Palazzetto di Civitanova Alta. Dirigono l’incontro Federica Servillo e Silvia Zanetti. La partita si svolgerà a porte chiuse, nel rispetto dell’attuale DPCM, e sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina FB della società.

LA FEBA CIVITANOVA CADE A LA SPEZIA

La Feba Civitanova Marche cade a La Spezia. Le momò cedono per 89-67 contro le liguri, al termine di un match in cui le biancoblu hanno pagato un primo quarto sotto tono. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto hanno comunque mostrato un ottimo carattere, riuscendo a recuperare sulle locali fino al -7, anche se è mancato poi la lucidità necessaria per riuscire a riaprire la sfida.
Avvio equilibrato tra le due compagini, con le momò che tengono botta nei primi minuti poi le locali piazzano un break mortifero di 20-0, ricucito in parte dai canestri finali di Rosellini e Rimi, 26-11. Nel secondo quarto la Feba deve rincorrere ma nel finale il break di 0-7 confezionato da Binci, Bolognini e Paoletti fissa il punteggio sul 48-36 con cui si va al riposo lungo.
Alla ripresa delle ostilità le momò partono bene e la tripla di Paoletti vale il 49-44 che sembra possa riaprire i giochi. Hernandez Pepe, scatenata, e Templari confezionano un break di 6-0 che portano dopo quattro minuti di gioco le bianconere sul 55-44. Le locali allungano nuovamente e nel finale di frazione toccano il +20, 68-48. Nell’ultimo quarto le ragazze di coach Corsolini gestiscono il vantaggio e chiudono sull’89-67.
“Giocavamo contro una squadra forte e lo sapevamo – commenta coach Francesco Dragonetto – Eravamo al corrente che La Spezia parte subito forte nel primo quarto e dovevamo limitarle in quel frangente, anche se poi non ci siamo riuscite. Tuttavia tra la fine del secondo quarto e l’inizio del terzo eravamo anche rientrate in partita, arrivando fino al -7, però poi il fatto di rincorrere sempre sicuramente non ci ha aiutato a tenere alta l’intensità e la concentrazione ben salda nei 15 minuti finali, e quindi le nostre avversarie sono scappate via. Sicuramente dobbiamo sistemare la fase difensiva perchè concedere 89 punti in trasferta non ci può far vincere una gara fuori casa. In tal senso dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista perchè sennò lo paghiamo contro squadre più esperte di noi. La Spezia ci ha un pò ingabbiato con la loro finta zona e non siamo riuscite ad attaccarla, andando in difficoltà. In attacco tutto sommato siano andati bene perchè 67 punti su un campo difficile come La Spezia è buono, però ripeto dobbiamo migliorare la fase difensiva”.

Crédit Agricole Cestistica Spezzina – Fe.Ba. Civitanova Marche 89 – 67 (26-11, 48-36, 68-48, 89-67)
CRÉDIT AGRICOLE CESTISTICA SPEZZINA: Packovski* 16 (6/10, 0/1), Templari* 18 (4/7, 3/5), Hernandez Pepe* 28 (11/11 da 2), Moretti NE, Tosi 6 (3/5 da 2), Mori 4 (0/1, 0/2), Della Margherita NE, Linguaglossa* 8 (3/7, 0/4), Giuseppone 2 (0/2 da 2), Guzzoni, Guerrieri NE, Sarni* 7 (1/6, 1/2) Allenatore: Corsolini M.
FE.BA. CIVITANOVA MARCHE: Rosellini* 9 (1/6, 2/10), Paoletti* 20 (1/5, 6/11), Angeloni 2 (1/1 da 2), Bocola* 8 (4/7 da 2), Rimi 4 (2/3 da 2), Trobbiani 8 (3/5 da 2), Castellani 5 (2/5, 0/1), Bolognini* 7 (3/5, 0/1), Binci* 4 (2/2 da 2), Pelliccetti Allenatore: Dragonetto F.
Arbitri: Attard M., Luchi M.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE IMPEGNATA CONTRO LA SPEZIA

La Feba Civitanova Marche a caccia dell’exploit in trasferta. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto, dopo il successo interno contro la Virtus Cagliari, sono attese da una lunga trasferta in terra ligure contro la Cestistica Spezzina.

Le ragazze di coach Marco Corsolini hanno mantenuto l’ossatura della passata stagione aggiungendo in organico centrimetri, con la nostra vecchia conoscenza Maria Giuseppone, ed i punti di Isabel Hernandez Pepe. In cabina di regia c’è sempre la play croata Lana Packovski mentre in campo l’esperienza la portano Elisa Templari ed Elisabetta Linguaglossa, coadiuvate dai centimetri di Silvia Sarni. Un gruppo consolidato che però finora ha fatto fatica a trovare la giusta marcia in campionato.

Per le momò si tratta di un bel banco di prova, contro una compagine sicuramente attrezzata, per cercare di confermarsi in questo momento della stagione.

“Rispetto all’inizio stiamo crescendo – commenta il capitano Jessica Trobbiani – Siamo una squadra giovane con alcuni volti nuovi e con altre ragazze che quest’anno hanno iniziato a prendersi responsabilità maggiori rispetto al passato, quindi almeno all’inizio ci potevano stare delle difficoltà. Stiamo migliorando ma dobbiamo continuare su questa strada e lavorare ancora tanto anche se le impressioni sono abbastanza buone. Il gruppo è valido, con tutte giocatrici che si mettono a disposizione per lavorare e crescere. Quindi i presupposti per fare bene ci sono tutti, sperando che si possa finire la stagione visto il perdurare del Covid-19”.

Domenica l’avversario di turno è la Cestistica Spezzina. “Andremo in un campo ostico – continua Jessy – La Spezia è un campo in cui in passato abbiamo perso ma siamo anche riuscite a sfoderare delle brillanti prestazioni. La classifica inganna molto perchè abbiamo gli stessi punti ma hanno un roster superiore con tante rotazioni e con giocatrici forti ed esperte. Dovremo comunque andare lì per giocarcela e stare molto attente in tutto l’arco della partita, tenendo alti ritmi altrimenti sarà dura contro avversarie così organizzate”.

Palla a due domenica 22 Novembre alle ore 18.00 al Palasport Mariotti di La Spezia. Dirigono l’incontro Marco Attard e Matteo Luchi.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SI IMPONE SULLA SURGICAL CAGLIARI

La Feba Civitanova Marche doma la Surgical Cagliari e sale a quota 6 in classifica generale. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto si impongono contro le sarde per 77-66 al termine di un match combattuto, in cui sono riuscite con una prova corale, e di sostanza, a portarsi a casa un successo prezioso contro una compagine ostica. Nelle momò è mancato all’ultimo il capitano Trobbiani ma le biancoblu sono riuscite con la determinazione, ed una buona prova al tiro da tre, a stoppare le sarde che restano fanalino di coda del girone.
Pronti via e la Feba parte subito forte arrivando sul 9-2 a metà frazione, sfruttando anche qualche errore di troppo delle ospiti. Le ragazze di coach Ferrazzoli trovano in Zolfanelli un ottimo terminale offensivo e ricuciono lo strappo per poi chiudere la prima frazione sul 14-13. Nel secondo quarto si viaggia sui binari dell’equilibrio ma nel finale le momò piazzano un break di 5-0 con Binci e Rosellini e si va al riposo lungo sul 33-28.
Alla ripresa delle ostilità le ragazze di coach Dragonetto toccano il 40-34 dopo tre minuti di gioco per poi allungare nuovamente fino al +12, 49-37 a 3’55 dal termine della frazione. Zolfanelli e Favento però tengono a galla Cagliari sul 52-44 con cui si chiude il terzo quarto. Finale interessante, con la Feba che subisce la zona delle sarde mentre tra le isolane si accende Brunetti che porta le sue sul 66-62 a 3’33” al termine della sfida. Le biancoblu possono contare sulla buona verve delle loro tiratrici così Rosellini piazza due triple pesanti, mentre Bocola e Bolognini nel finale chiudono la questione sul 77-66.
“Le percentuali al tiro da tre punti sono state fondamentali per portare a casa la vittoria – commenta coach Francesco Dragonetto – e per la costruzione dei tiri con i piedi a terra, sicuramente il merito va al gioco di squadra con le giocatrici che si sono trovate nel posto giusto al momento giusto. Quando non abbiamo avuto pazienza e siamo andate con troppa frenesia abbiamo commesso degli errori, però era una partita dove dovevamo tenere i ritmi alti per metterle in difficoltà e siamo state brave a farlo, quindi complimenti alle ragazze”.

Fe.Ba. Civitanova Marche – Surgical Virtus Cagliari 77 – 66 (14-13, 33-28, 52-44, 77-66)

FE.BA. CIVITANOVA MARCHE: Ciccola NE, Rosellini* 19 (1/4, 5/9), Paoletti 15 (3/4, 3/7), Angeloni NE, Bocola* 9 (3/9 da 2), Rimi 2 (1/4 da 2), Castellani* 10 (1/6, 2/2), Severini, Bolognini* 14 (6/10 da 2), Binci* 8 (2/5, 0/1), Pelliccetti NE Allenatore: Dragonetto F.
SURGICAL VIRTUS CAGLIARI: Favento* 10 (2/5, 2/7), Savatteri 8 (4/6 da 2), Zolfanelli 21 (3/4, 3/7), Pala 4 (2/2, 0/1), Chrysanthidou* 5 (2/4 da 2), Brunetti* 14 (6/9 da 2), Lussu* 2 (0/2, 0/2), Pilleri, Pellegrini Bettoli* 2 (1/8, 0/1), Salvemme NE, Conte NE Allenatore: Ferrazzoli I.
Arbitri: Guercio D., Paglialunga M.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE RICEVE LA VISITA DELLA SURGICAL CAGLIARI

La Feba Civitanova Marche in cerca del riscatto. Le momò, dopo lo stop di Firenze, guardano al prossimo turno casalingo in cui arriva la Surgical Cagliari, fanalino di coda del girone ancora ferma a 0 punti. La compagine allenata da coach Iris Ferrazzoli ha mantenuto sostanzialmente il blocco della passata stagione, che può contare su alcune giovani interessanti e delle veterane importanti come Federica Brunetti, Anna Lussu e Silvia Favento, out in queste prime giornate. La squadra sarda non riesce ad essere particolarmente incisiva in attacco, appena 274 punti all’attivo, e concedono abbastanza in difesa, 401 punti al passivo.
Le ragazze di coach Francesco Dragonetto sono reduci dalla sconfitta di Firenze dove comunque hanno retto bene l’urto contro un’ottima compagine e vogliono i due punti per risalire la china della classifica e confermare i progressi dell’ultimo periodo.
“Siamo reduci dalla sconfitta contro Firenze, che è una squadra di vertice – commenta Irene Bolognini – Abbiamo retto l’urto, a tratti, quindi abbiamo lavorato in settimana per arrivare pronte alla sfida di sabato e stare sul pezzo per tutti i 40 minuti. La Virtus Cagliari è ancora ferma a quota 0, quindi verrà a Civitanova con la voglia di portare a casa due punti, ma faremo valere il fattore campo”.
Palla a due sabato 14 Novembre alle ore 18.30 al Palazzetto di Civitanova Alta. Dirigono l’incontro Daniele Guercio di Ancona e Matteo Paglialunga di Fabriano (AN). La sfida sarà a porte chiuse, per le attuali normative governative, e sarà garantita la diretta streaming.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE TORNA DA FIRENZE CON UNA SCONFITTA

La Feba Civitanova Marche esce sconfitta da Firenze. Infatti le momò devono arrendersi alle padrone di casa toscane per 79-66.
Un match in cui le ragazze di coach Francesco Dragonetto hanno cominciata bene la partita, contro un’ottima compagine, ma alla fine hanno dovuto arrendersi alle ragazze di coach Corsini che conquistano altri due punti pesanti per il vertice della classifica. Le biancoblu hanno pagato in particolare un secondo quarto sottotono, 24-14, in cui le locali sono riuscite a creare il margine vincente finale.
Pronti via e si segna poco in avvio di gara, poi le toscane vanno sul 6-0 dopo quattro minuti di gioco. Le momò ricuciono lo strappo con Bocola e Bolognini e danno il via ad un botta e risposta per il resto della frazione allungando sul +5, 13-18, nell’ultimo minuto. Pochobradska e Calamai negli ultimi 40” trovano i due canestri del 17-18 con cui si chiude il primo quarto.
Nel secondo periodo le ragazze di coach Dragonetto partono bene e tentano un nuovo allungo, 19-24 dopo due minuti di gioco, ma poi subiscono un break mortifero di 10-0 (30-24). Nonostante ciò le momò riescono ad accorciare fino al 34-32 a 2′ dal termine, poi Firenze trova un altro break importante sul 7-0 che manda le squadre al riposo lungo sul 41-32.
Alla ripresa delle ostilità la Feba non riesce più ad accorciare e deve sempre rincorrere le locali nei restanti due quarti, chiudendo sul 65-48 alla fine del terzo periodo. Nell’ultima frazione le ragazze di coach Corsini gestiscono il margine ed alla fine si chiude sul 79-66.
Palagiaccio Pall. Femm. Firenze – Fe.Ba. Civitanova Marche 79 – 66 (17-18, 41-32, 65-48, 79-66)
“Dobbiamo evitare di subire 80 punti in trasferta, altrimenti è difficile portare a casa le partite – commenta coach Dragonetto – Dovevamo mettere sempre in campo la stessa attenzione e concentrazione fatta vedere a Cagliari, mentre questa sera quando ci abbiamo provato, come nel primo quarto, abbiamo fatto anche bene. Poi siamo calate ed abbiamo concesso a Firenze anche delle conclusioni facili. Abbiamo retto un pò e ci abbiamo provato contro una buona squadra, anche se dovevamo prestare più attenzione in fase difensiva”.

Palagiaccio Pall. Femm. Firenze – Fe.Ba. Civitanova Marche 79 – 66 (17-18, 41-32, 65-48, 79-66)

PALAGIACCIO PALL. FEMM. FIRENZE: Rossini* 7 (3/6, 0/4), Calamai 11 (2/6, 1/2), Cabrini 11 (5/7, 0/2), Perini* 12 (4/6, 0/1), Rossini* 4 (2/3, 0/6), Cecchi NE, Pochobradska* 23 (9/9, 1/1), Scarpato 5 (2/4, 0/3), Salvucci 1 (0/1 da 2), Poggio* 2 (1/3 da 2), Conti, Donadio 3 (1/2 da 2)
Allenatore: Corsini S.
FE.BA. CIVITANOVA MARCHE: Ciccola NE, Rosellini* 11 (4/8, 1/8), Paoletti 11 (4/7, 1/5), Bocola* 14 (6/10 da 2), Rimi, Trobbiani* 2 (1/3 da 2), Castellani 10 (5/8, 0/1), Bolognini* 14 (5/10 da 2), Binci* 4 (2/7 da 2), Pelliccetti
Allenatore: Dragonetto F.
Arbitri: Pellegrini A., Caravita G.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE FA VISITA AL FIRENZE

La Feba Civitanova Marche all’esame Firenze. Le momò, dopo il successo in terra sarda, si apprestano a disputare la sfida contro le toscane, che veleggiano nelle parti nobili di classifica.

La squadra allenata da coach Corsini è una matricola con ambizioni di alta classifica finora mantenute con quattro successi ed una sola sconfitta, che può contare su alcune giocatrici di assoluto spessore come il nostro ex capitano Veronica Perini, Nadia Calamai e il “totem” Klara Pochobradska.

Una compagine solida in difesa e che può contare su alcune bocche di fuoco in attacco ma la Feba ha voglia di confermarsi al cospetto di una rivale di livello. Un ottimo test per valutare i progressi delle ragazze di coach Francesco Dragonetto.

“Siamo reduci dal successo in un campo difficile come quello di Cagliari – commenta Sofia Binci – e siamo cariche dopo questo risultato. Avremo di fronte un avversario ostico come Firenze che vorrà tenere il suo trend positivo, ma da parte nostra andiamo in Toscana con la voglia di fare bene per cercare di strappare due punti preziosi per la classifica”.

Palla a due domenica 8 Novembre alle ore 18.00 al “San Marcellino” di Firenze. Dirigono l’incontro Alma Pellegrini di Cesenatico (FC) e Giulia Caravita di Ferrara.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE ESPUGNA CAGLIARI

La Feba Civitanova Marche espugna il campo del Cus Cagliari. Bella vittoria per le momò che, al termine di una prestazione di sostanza e di qualità, portano a casa i primi due punti esterni di questa stagione ottenuti su un campo ostico come quello di Cagliari.

Le ragazze di coach Francesco Dragonetto, con un’ottima prestazione di squadra, hanno messo in mostra un’ottima tenuta difensiva, trovando punti preziosi da Rosellini e Paoletti e riuscendo a domare le sarde orfane ancora di Striulli. Un successo prezioso per le momò sia per la classifica che per il morale in vista dei prossimi impegni.

Pronti via e le due squadre partono con due break importanti, 6-0 Cagliari prima ed un 0-9 per la Feba poi, con le momò che chiudono avanti la prima frazione sull’14-19. Nel secondo quarto si viaggia sui binari dell’equilibrio ed allo scadere Puggioni piazza la tripla del 30-31 con cui si va al riposo lungo. Alla ripresa delle ostilità si segna poco da ambo le parti, con le locali che trovano la via del canestro solo dalla lunetta mentre le biancoblu mettono a referto 9 punti ma tutto rimane aperto, 39-40. Nell’ultima frazione le ragazze di coach Dragonetto trovano continuità in attacco e piazzano l’allungo vincente, con le locali che tentano di ricucire lo strappo nel finale ma senza successo. Finisce 56-62 per la Feba Civitanova Marche che può così festeggiare.

“È stata la vittoria del gruppo e del grande impegno avuto in settimana – commenta coach Francesco Dragonetto – L’intensità avuta negli allenamenti ci ha portato a disputare un’ottima partita difensiva ed avere la lucidità nel finale di gara con i canestri importanti che ci hanno portato alla vittoria. Il grande lavoro delle ragazze seguito con attenzione e preparato insieme a Donatella e a Cecilia è stato il percorso giusto in questa settimana. Questa partita sarà certamente un altro punto di partenza da seguire per le prossime settimane. Faccio tanti complimenti a queste ragazze”.

CUS CAGLIARI – FEBA CIVITANOVA MARCHE 56-62

CUS: Puggioni 3, Luridiana ne, Striulli ne, Caldaro 9, Sias 11, Sorbellini, Petrova, Madeddu 2, Niola 11, Prosperi 5, Maccioni ne, Ljubenovic 15. Allenatore: Xaxa

FEBA: Ciccola ne, Rosellini 20, Paoletti 15, Bocola 6, Rimi 2, Trobbiani 2, Castellani 8, Bolognini 6, Binci 3, Pelliccetti ne. Allenatore: Dragonetto

Parziali: 14-19, 30-31, 39-40;

Arbitri: Zanetti e Vicentini.