Tutti gli articoli di Matteo V.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SI FA IL REGALO DI NATALE, BATTUTA LA MAGNOLIA CAMPOBASSO

La Feba Civitanova Marche chiude il 2022 nel migliore dei modi vincendo con autorità sulla Magnolia Campobasso per 65-50. Nell’anticipo della 3° giornata di ritorno, contro un avversario assai ostico reduce nemmeno 24 ore fa dall’incredibile vittoria in rimonta in quel di Perugia, le momò grazie ad una prestazione corale riescono ad avere la meglio delle determinate giovanissime di coach Francesco Dragonetto, ex di turno come Emma Giacchetti. Una vittoria preziosa che permette alle biancoblu di scalare posizioni di classifica in vista del 2023.

Avvio subito determinato delle ragazze di coach Iris Ferazzoli che partono forti con Binci e Jaworska ispirate in attacco, con la polacca a far valere i suoi centimetri. Trobbiani è sempre preziosa in difesa mentre le ospiti non riescono ad essere ficcanti in attacco così nel finale sale in cattedra Secka a chiudere sul 22-11 che sarà un break determinante. Seconda frazione in cui all’inizio si segna poco, poi Campobasso trova i canestri preziosi di De Sole, mentre in casa Feba il duo Jaworska – Secka fa valere i propri centimetri con Severini. Le molisane accorciano sul 37-30 con cui si va al riposo lungo. Alla ripresa delle ostilità, dopo le triple ravvicinate di Malintoppi, Severini e Baldassarre, si comincia a segnare poco con le due squadre che aumentano l’intensità difensiva, chiudendo sul 47-39. Ultima frazione ancora in equilibrio con Campobasso che fa fatica a bucare la difesa biancoblu, mentre negli ultimi minuti Binci, Angeloni e Medori confezionano il break finale con cui si chiude la contesa sul 65-50.

“Avevamo di fronte un Campobasso che non molla mai – commenta coach Ferazzoli – con tante giovani in campo, come le nostre che non hanno mai mollato. Siamo state brave ad approcciare bene la gara: abbiamo avuto un break negativo nel secondo quarto quando volevamo chiudere la partita e ci siamo fatte prendere dalla frenesia. Nonostante tutto abbiamo mantenuto sempre un buon margine e siamo riuscite a ribaltare la differenza canestri dopo la sconfitta dell’andata. Ora dobbiamo cercare di mantenere questo trend positivo anche nelle prossime partite per riuscire a salire nelle primissime posizioni. Sono contenta di essere qui e di chiudere l’anno nel migliore dei modi”.

FEBA CIVITANOVA – MAGNOLIA CAMPOBASSO 65-50 (22-11;15-19;10-9; 18-11)

FEBA CIVITANOVA: Lazzarini ne, Medori 2, Angeloni 6, Secka 13, Trobbiani 4, Binci 14, Jaworska 9, Severini 9, Sciarretta, Malintoppi 8, Vigilia ne All. Ferazzoli

MAGNOLIA CAMPOBASSO: Del Sole 14, Mascia, Lallo, Trozzola 14, Moffa 4, Baldassarre 16, Giacchetti 2, Vitali All. Dragonetto

Arbitri: Tritarelli Massimiliano di Macerata e Baleani Thomas di Civitanova Marche

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE ATTENDE LA MAGNOLIA CAMPOBASSO

Rush finale prima di Natale per la Feba Civitanova Marche. Le momò sono impegnate nell’anticipo della 2° giornata di ritorno in cui sfideranno davanti al pubblico amico la Magnolia Campobasso. Le biancoblu, dopo il bel successo sul campo del Perugia, vogliono chiudere nel migliore dei modi questo 2022, con la voglia di vendicare la sconfitta beffa dell’andata. Nella sfida ai tanti ex, coach Francesco Dragonetto in panchina e Emma Giacchetti sul parquet, le ragazze di coach Iris Ferazzoli ci arrivano con la giusta determinazione e grinta.

“Domenica torniamo davanti al nostro pubblico e quella contro Campobasso sarà sicuramente una bella partita – commenta Sofia Angeloni – vista anche la sfida del girone d’andata. Ci attendiamo una partita intensa e dovremo far valere la nostra esperienza. Veniamo dal successo sul campo di Perugia, una bella vittoria, in cui abbiamo messo in mostra ottime percentuali ed abbiamo saputo tener botta anche nelle difficoltà incontrate durante il match, dimostrando di essere una squadra”.

Palla a due domenica 18 dicembre alle ore 19.00 al Palas di Civitanova Alta. Dirigono l’incontro Tritarelli Massimiliano di Macerata e Baleani Thomas di Civitanova Marche.

FESTA DI NATALE FEBA

La tradizionale Festa di Natale che chiude il 2022 in casa Feba, con la partecipazione dei mini atleti del minibasket e dell’U13.

Domenica 18 dicembre, dalle ore 16.00, trascorreremo un divertente pomeriggio sul campo con la partecipazione delle famiglie e degli amichetti che vorranno partecipare. A seguire, alle 19.00, la partita di serie B tra Feba Civitanova e Magnolia Campobasso anticipo della 2° giornata di ritorno prevista per sabato 14 gennaio. Non mancate

IL PUNTO SUL SETTORE GIOVANILE DELLA FEBA CIVITANOVA MARCHE

Proseguono a ritmo spedito i campionati per le squadre femminili e maschili della Feba Civitanova Marche. Partiamo dal femminile con l’U19: le momò sono subito dietro il duo di testa Pink Basket Terni e Basket Girls Ancona. Nel girone d’andata le biancoblu hanno battuto per 64-34 Umbertide, sono incappate in una sconfitta a Terni per 76-56, hanno vinto in trasferta sul campo di Osimo per 31-123 e sono state fermate dal Basket Girls Ancona per 52-61. Poi a chiudere il girone d’andata sono arrivate due vittorie per 17-111 in casa del CUS Ancona e per 49-88 sul campo di Matelica. Prossimo appuntamento in quel di Umbertide lunedì 19 dicembre alle ore 19.00.

L’Under 17 ha inanellato successi contro Perugia, 49-29, due sconfitte per 52-51 contro l’Olimpia Pesaro e per 40-99 contro il Basket Girls Ancona. Il riscatto è arrivato sul campo del Senigallia per 46-63. Prossima sfida domenica 8 gennaio alle ore 18.00, in casa, contro Umbertide.

L’Under 13 griffata SI CON TE affronta il suo cammino di crescita nel campionato che la vede insieme a Metauro Basket, High School BK, Porto San Giorgio, Polverigi, Pink Basket MC, Osimo Basket, Cab Stamura, e Olimpia Pesaro.

Nel maschile la Promozione ha finora incamerato 6 punti: dopo la sconfitta per 72-51 a Polverigi, 50-56 in casa contro il GS Adriatico, è arrivato il successo per 60-72 a Castelfidardo. Una sconfitta di misura contro Chiaravalle, 59-61, e Marotta, 63-57, e poi sono arrivati due successi consecutivi, 70-41 contro il Ponte Morrovalle e 54-56 in quel di Recanati. Prossimo appuntamento mercoledì 14 dicembre alle ore 21.15 contro il Pietralacroce.

L’under 17 Silver ha quasi chiuso il giro di boa del campionato con due punti, frutto del successo per 45-47 contro il Petritoli. Ultimo match del girone d’andata martedì 20 dicembre alle ore 19.00, in casa, contro lo Sporting P.to Sant’Elpidio.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE ESPUGNA PERUGIA

La Feba Civitanova Marche apre nel migliore dei modi il girone di ritorno imponendosi nettamente in casa della Pallacanestro Perugia per 50-68 e vendicando così la sconfitta di misura dell’andata. Una prestazione convincente per le momò che hanno avuto un ottimo approccio al match, scrollandosi di dosso nel corso dei 40 minuti le padrone di casa. Dopo un primo quarto equilibrato, 18-17, le biancoblu sono uscite fuori alla distanza scavando il solco vincente, riposo lungo sul 32-41, e gestendo bene il margine di vantaggio, prima di chiudere nell’ultima frazione sul +18. Una bella prestazione collettiva in cui ci sono da evidenziare i 21 punti di Jaworska, top scorer di serata, i 17 di Binci e i 15 della rientrante Malintoppi. Le ragazze di coach Iris Ferazzoli hanno anche tenuto bene in difesa, concedendo poco alle “bocca da fuoco” delle umbre.

“Oggi le ragazze hanno avuto un approccio alla partita giusto – commenta coach Ferazzoli -Abbiamo avuto buone percentuali al tiro, e anche sui tiri liberi. Per quanto riguarda la difesa siamo state brave a difendere sui loro terminali offensivi ed è da questa parte del campo dove la nostra squadra ha preso ritmo. È stata una vittoria che fa morale, dà forza e ci dà una bella spinta per la prossima partita contro Campobasso”.

PALLACANESTRO PERUGIA-FEBA CIVITANOVA 50-68 (18-17; 32-41; 44-52; 50-68)

PALLACANESTRO PERUGIA: Piedel 8, Olajide 9, Soli 5, Nanà, Ricci, Stefanelli, Aquinardi 8, Cragnolino 12, Manganello 6, Vescovi 2. All. Posti

FEBA CIVITANOVA: Lazzarini, Severini 5, Sciarretta, Angeloni, Medori, Secka 8, Trobbiani 2, Binci 17, Jaworaska 21, Malintoppi 15, Vigilia. All. Ferazzoli

Arbitri: Carmelo Morina di Perugia e Gianpaolo Fazzino di Orvieto (TR)

FEBA CIVITANOVA, MISSIONE PERUGIA

Si apre il girone di ritorno della fase regolare per la Feba Civitanova Marche. Le momò vanno in quel di Perugia per cercare di vendicare la sconfitta di misura dell’andata: di fronte le ragazze di coach Iris Ferazzoli si troveranno l’attuale capolista del girone, in coabitazione con Senigallia, che finora è incappata solamente in una sconfitta. Una squadra quadrata quella umbra che può contare su alcune giocatrici interessanti, come Anna Piedel principale terminale offensivo e sotto le plance Beatrice Olajide. In casa biancoblu l’obiettivo è quello di essere al completo e limitare gli errori che a Terni sono costati i due punti.

“Diamo sempre il 100% in ogni partita e allenamento – commenta Mammusu Secka – Ci stiamo allenando sulla difesa che è il punto chiave per vincere le partite: soprattutto gli aiuti difensivi e tornare in difesa dopo un canestro sbagliato, per esempio, o un canestro segnato. Come squadra ci stiamo conoscendo meglio rispetto all’inizio e sono fiduciosa per la prossima partita”.

Palla a due sabato 10 dicembre ore 18.30 al Palazzetto dello Sport di Perugia. Dirigono l’incontro Carmelo Morina di Perugia e Gianpaolo Fazzino di Orvieto (TR).

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE SI FERMA A TERNI

La Feba Civitanova Marche cede alla Pink Basket Terni per 73-63. Le momò chiudono il girone d’andata con una sconfitta, al termine di un match che ha visto le biancoblu partire con il freno a mano tirato. Proprio i primi due quarti hanno fatto la differenza, chiusi sul 22-15 e 42-29 a favore delle locali, con le ragazze di coach Iris Ferazzoli che hanno tentato negli ultimi due quarti di rientrare in partita, senza fortuna. Le biancoblu hanno patito i centimetri e il fisico delle umbre che sono riuscite ad avere la meglio, anche se rimane una buona reazione nel terzo e quarto periodo, in cui si è messa in evidenza Jaworska.

“Credo che la cosa più sbagliata sia stato l’approccio alla partita. – commenta coach Ferazzoli – Ci sono state disattenzioni fin dalla prima palla, soprattutto sulle due loro giocatrici più importanti, Keshi e Bartolomew. Dopo abbiamo avuto percentuali non eccelse ai tiri liberi (14/31). Nella seconda metà meglio e parla il punteggio tutte e due i quarti persi però di uno e due punti rispettivamente. Credo che chiuso il girone di andata dobbiamo prendere le cose buone che abbia fatto finora e migliorare quelle meno buone, per affrontare al meglio questa seconda parte del campionato”.

PINK BASKET TERNI – FEBA CIVITANOVA MARCHE 73-63 (22-15; 42-29; 60-46; 73-63)

PINK BASKET TERNI: Giogli n.e., Conti G., Burini 8, Gadeyne n.e., Bonziukh 1, Bartholomew 24, Falbo, Maglio 1, Vapne 2, Margaritelli 6, Samoylych 6, Keshi 25 All. Piermarini

FEBA CIVITANOVA MARCHE: Streni, Lazzarini, Medori 2, Sciarretta, Angeloni, Secka 17, Trobbiani 2, Binci 19, Severini 4, Jaworska 19, Pecorari, Malintoppi All. Ferazzoli

Arbitri: Simone Bianchini di Terni e Leonardo Francia di Narni

LA FEBA CIVITANOVA NELLA TANA NEL PINK BASKET TERNI

La Feba Civitanova Marche chiude il girone d’andata in casa del Pink Basket Terni. Sfida interessante per le momò che sabato andranno a caccia di altri due punti preziosi per continuare a salire la china della classifica. L’avversario di turno sicuramente non è agevole, soprattutto tra le mura amiche, e può contare su un’ottima organizzazione difensiva. Le due osservate speciali sono Winner Bartholomew e Dinma Keshi, giocatrici che portano in dote diversi punti, ma le biancoblu dopo aver inanellato tre successi consecutivi non vogliono fermarsi.

“Siamo reduci dalla bella prestazione contro Porto San Giorgio – commenta Francesca Severini – anche se nel primo quarto potevamo fare meglio. In questa settimana abbiamo lavorato bene per arrivare pronte alla sfida contro le umbre: il nostro obiettivo è conquistare i due punti per chiudere al meglio questo girone d’andata”.

Palla a due sabato 3 dicembre alle ore 18.00 al Palazzetto “Di Vittorio2 di Terni. Dirigono l’incontro Simone Bianchini di Terni e Leonardo Francia di Narni.

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE METTE LA TERZA E FA SUO IL DERBY CONTRO PORTO SAN GIORGIO

La Feba Civitanova Marche fa suo il derby contro il Porto San Giorgio per 85-40 e allunga la serie positiva di risultati. Grazie ad una bella prestazione corale, le momò piegano la resistenza delle sangiorgesi e continuano la rincorsa alle prime della classe.

Una partita che è vissuta sui binari dell’equilibrio solamente nel primo quarto, (18-16) quando le biancoblu in difesa non sono riuscite ad essere incisive mentre in attacco hanno trovato le giocate decisive di Jaworska, top scorer di giornata. Nel secondo periodo le ragazze di Iris Ferazzoli hanno alzato l’intensità in difesa, costringendo le ospiti ad uno sterile gioco perimetrale, tanto da concedere solamente sei punti alle rivali. In attacco Binci e Severini sono riuscite a trovare continuità, oltre ad alcuni tiri dall’arco dei 6.25, che hanno permesso alle momò di creare il primo importante break di serata, 38-22.

Dopo l’intervallo lungo, con la gradita visita del Presidente FIP Marche Davide Paolini che ha premiato Alice Malintoppi per il suo Europeo con l’U16 vista la sua assenza causa partita il giorno del galà di premiazione delle Società vincitrici dei campionati 2021/22, le biancoblu hanno continuato a spingere sull’acceleratore in attacco, con Jaworska nuovamente sugli scudi, e a tenere botta in difesa. Alla fine del terzo quarto la partita era virtualmente chiusa, 60-33, con l’ultima frazione che ha visto le ospiti cedere anche moralmente mentre la panchina biancoblu ha dato spazio a tutte le effettive con le giovanissime Streni, Lazzarini e Sciarretta che sono andate anche a segno.

“Dobbiamo migliorare l’approccio al primo quarto perché contro avversarie di livello non ce lo possiamo permettere – commenta coach Iris Ferazzoli – Non è la prima volta che ci capita e dovremo lavorare su questo aspetto in vista anche dei prossimi impegni. Detto questo le vittorie consecutive che sono arrivate ci danno morale e fiducia anche se oggi è stata una vittoria di squadra, molto importante. Ci ha dato anche la possibilità di continuare a dare minutaggio alle giovanissime del nostro settore giovanile e quindi siamo contenti di questo terzo successo consecutivo”.

FEBA CIVITANOVA- PORTO SAN GIORGIO 85-40 (18-16; 20-6; 22-11; 24-7)

FEBA CIVITANOVA: Streni 2, Lazzarini 2, Medori 1, Sciarretta 3, Angeloni 3, Secka 10, Trobbiani 4, Binci 15, Severini 12, Jaworska 22, Pecorari, Malintoppi 11 All. Ferazzoli

PORTO SAN GIORGIO: Mastrini 8, Fancello, Medori, Forò, Andrenacci 9, Nardoni 5, Montelpare 5, Lattanzi, Nociaro 12, Pettinari 2 All. Saccoccia

Arbitri: Romanella – Santangelo

LA FEBA CIVITANOVA MARCHE VUOLE ALLUNGARE LA SUA STRISCIA POSITIVA

La Feba Civitanova Marche attende il Porto San Giorgio Basket. Le momò, dopo il successo esterno in quel di Senigallia, vogliono cogliere altri punti preziosi per allungare il passo in classifica generale. L’avversario di turno è il Porto San Giorgio, squadra quadrata che nell’ultimo turno ha sfiorato in casa il “colpaccio” contro la capolista Pallacanestro Perugia. Un avversario sicuramente ostico, al di là della classifica, anche se le biancoblu sono reduci da due successi consecutivi e cerano altri due punti da mettere in cascina per agganciare il gruppo delle prime della classe.

“Siamo contente della vittoria contro Senigallia – commenta il pivot polacco Katarzyna Jaworska – e siamo pronte per la prossima partita. Al di là dell’avversario, dobbiamo sempre guardare avanti e penso che stiamo migliorando in termini di amalgama rispetto alle prime partite. Siamo reduci da una bella vittoria in cui abbiamo dimostrato che avevamo voglia di vincere. Si tratta comunque di un campionato in cui si può vincere o perdere contro qualsiasi avversaria, dal canto nostro stiamo lavorando per migliorare sia in attacco che in difesa”.

Palla a due domenica 27 novembre alle ore 19.00 al Palazzetto di Civitanova Alta. Dirigono l’incontro Romanella Daniele di Vallefoglia e Santangelo Michele Ascanio di Pesaro.