IL BILANCIO IN CASA FEBA CIVITANOVA MARCHE CON COACH DONATELLA MELAPPIONI

Si è conclusa una lunga, appassionante, ed in alcuni momenti complicata, stagione per la Feba Civitanova Marche. La squadra, nonostante le difficoltà causa covid, la mancanza di pubblico e la situazione comunque non stabile dal punto di vista sanitario, è riuscita a mantenere l’A2 grazie a due grandi partite nei play-out contro Livorno. Non poteva che essere coach Donatella Melappioni a fare il bilancio di questa annata sportiva.

“Le ragazze hanno avuto un atteggiamento encomiabile, quasi da professioniste, – esordisce Donatella – con un’età media molto bassa, tra i vari impegni universitari, andando a scuola, hanno limitato le loro situazioni extra sportive, proprio per sentirsi ancor più responsabili coi vari protocolli covid, ed evitare il rischio di positività. E’ stata una stagione con moltissime difficoltà, sin dall’inizio a partite dall’allenatore che era stato designato a portare avanti il campionato ma la sua scelta è stata differente dopo un paio di settimane e ci siamo dovuti adeguare, poi la situazione pandemica a livello sociale e sportivo non ha aiutato il gruppo che spesso si è allenato con delle limitazioni. Un altro elemento di difficoltà è stata la defezione di coach Francesco Dragonetto, una nostra spalla importante, così come l’addio di Giorgia Rimi e nei play-out la mancanza di Lucrezia Zanetti e Marina Dzinic, arrivate a Febbraio per allungare la squadra: tutte situazioni che da una parte ci hanno abbattuto, dall’altra ci hanno rafforzato. Ad ogni problematica ci siamo rialzati sempre a testa alta, come con l’importante vittoria contro La Spezia, dove in quella circostanza mancavano 3/5 della formazione titolare. Lì abbiamo avuto la dimostrazione di essere compatte, di essere unite e di voler cogliere il risultato a prescindere, anche se ci mancavano i nostri punti di forza. Abbiamo trovato altri punti di forza. Diciamo che quella partita è stata uno snodo fondamentale di questa stagione”.   

Mentre la prima squadra ha chiuso la stagione, il settore giovanile è ancora impegnato viste le partenze da poco tempo dei campionati giovanili.

“Sono contenta per queste giovani ragazze che hanno la possibilità di tornare sul campo ad esprimersi, soprattutto dopo un periodo duro come quello che abbiamo avuto – continua Donatella – Visto che qualcuno non si è allenato, mentre chi si è allenato non poteva mettere in pratica ciò che aveva provato, ora questi sono momenti belli con un graduale ritorno alla normalità. Purtroppo, nei nostri gironi, non ci sono tante squadre con cui poter competere ed è l’unico rammarico rispetto agli anni passati. Chiaramente questo è dovuto al fatto che non tutti hanno a disposizione degli impianti, come abbiamo noi, o ci sono state famiglie che non se la sono sentita di mandare i loro figli a fare attività sportiva in questo periodo così particolare. Molte società perciò si sono trovate in difficoltà per questi motivi, peccato perché questo ci porterà, un po’ tutti, ad avere molte defezioni in alcune annate con la perdita di diverse giocatrici”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...